Business Intelligence: il futuro è nei suoi software

K2BlogBusiness Intelligence: il futuro è nei suoi software

BI software: un trend destinato a crescere

La Business Intelligence è uno dei trend tecnologici più importanti degli ultimi anni. Essa ha profondamente trasformato il modo di lavorare nelle aziende, riuscendo ad automatizzare processi molto lunghi e difficili da elaborare. L’espressione Business Intelligence è stata usata, per la prima volta, da Hans Peter Luhn informatico tedesco della IBM. Essa si può così descrivere come uno strumento software che, acquisendo e manipolando masse di dati presenti su database, fornisce report, statistiche, indicatori, grafici costantemente aggiornati, facilmente adattabili e configurabili.

Quello che molti non sanno, ad esempio, è che quando si utilizza un servizio di Home Banking dietro c’è un’applicazione web di Business Intelligence. Oppure, sempre quando riceviamo dai provider di telefonia mobile dei report su consumi, fatture e navigazione, essi sono sempre dovuti a elaborazioni di Business Intelligence. I sistemi di BI poi, oltre a possedere come componenti fondamentali la raccolta e l’analisi dei dati, possono essere usati anche come supporto alle decisioni (i famosi DSS, Decision Support System).

Ma chi sono e quali prodotti utilizzano le persone coinvolte nei processi di business intelligence? Il gestionale più famoso è, senza dubbio, ERP ma ve ne sono anche molti altri come:

  • Extract Transform Load (ETL): tool per l’estrazione, trasformazione e caricamento dati;
  • Data warehouse per l’archiviazione e immagazzinamento;
  • Online Analytical Processing (OLAP): tool per l’analisi dimensionale di ipercubi di dati;
  • Balanced scorecard, dashboard e visualizzazione dati;
  • Data mining;
  • GIS o sistemi informativi geografici;
  • Associative Query Logic (AQL);
  • Gestione delle performance del business;

Microsoft e le altre aziende leader nel mercato

Un altro dei prodotti relativi alla Business Intelligence è sicuramente Microsoft BI, che ha realizzato in questo senso un video molto esplicativo.

 

Ovviamente Microsoft non è l’unica azienda che si è evoluta nella produzione e vendita di prodotti per la Business Intelligence. Molte altre compagnie, infatti, si sono specializzate riuscendo ad offrire degli strumenti che riescono a soddisfare le esigenze dei consumatori.

In questa mappa di posizionamento (sviluppata da Info Tech) si possono evincere le strategie utilizzate dalle varie aziende e i loro risultati.

mappa di posizionamento

 

A comandare il mercato in questo momento ci sono la IBM e la Tableau. La prima, infatti, si posiziona come leader per capacità di vendita (ma terza come innovazione e soddisfazione generale del prodotto). Tableau, invece, si attesta al secondo posto sia per le vendite che per la Customer Satisfaction. Sotto questa categoria si attesta come leader la Board che però è solamente quarta come esperienza e possibilità di vendite.

Quello che è indubbio è che riguardo la Business Intelligence lo sviluppo e la ricerca continuerà nel corso di questi anni, aiutando le aziende a gestire e analizzare i dati in modi sempre più performanti.

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *