Grace Hopper, una pioniera del linguaggio COBOL

K2NewsGrace Hopper, una pioniera del linguaggio COBOL

 

Dalla Marina, passando per il COBOL, fino al termine “bug”

Esser definita una pioniera della programmazione informatica non è da tutti. Soprattutto se vivi negli anni ’50 e lavori in un ambiente non propriamente avvezzo a figure femminili, come quello militare. Chissà come deve essersi sentita Grace Murray Hopper quando mise le mani sul primo computer digitale della Marina. Oppure quando si ritrovò a lavorare su un linguaggio informatico che avrebbe cambiato per sempre la sicurezza bancaria: il COBOL.

E chissà come deve essersi sentita, invece, quando pronunciò la parola “bug” per indicare un malfunzionamento di un computer. La Hopper, infatti, fu la prima ad utilizzare questo termine in ambito informatico. Lei ed il suo gruppo stavano cercando la causa di un problema di un computer Mark II quando, con stupore, si accorsero che una falena si era incastrata tra i circuiti. Dopo aver rimosso l’insetto, Grace Hopper lo incollò sul registro del computer e scrisse: “Ore 15:45. Primo caso di bug trovato”. Questo termine divenne così abituale nel mondo dell’informatica che il registro in questione è conservato presso lo Smithsonian National Museum of American History a Washington.

Lo sviluppo del linguaggio COBOL

Tornando all’esperienza riguardante lo sviluppo e la progettazione del COBOL, la Hopper ebbe un ruolo determinante. Riuscendo a lavorare sull’idea di compilatore, infatti, costruì uno dei primi linguaggi ad essere compilato su più architetture. Il COBOL, concepito originariamente come un linguaggio di programmazione adatto all’elaborazione di dati commerciali, ha subito numerose evoluzioni nel tempo ed è ancora alla base del funzionamento dei Bancomat e dell’operatività di molte banche e assicurazioni. Inoltre, questo, linguaggio oltre ad esser stato utilizzato per gestire il passaggio dalla lira all’euro, è stato usato il 31 Dicembre 1999 per evitare il pericolo millennium bug. Già, proprio quella parola inventata da Grace Murray Hopper nel lontano 9 Settembre del 1947, venne utilizzata per descrivere uno delle più temute emergenze informatiche della storia.

E chi giocò un ruolo fondamentale per sventare questa minaccia? Proprio quel linguaggio COBOL, a cui lei contribuì a realizzare. Una storia di intrecci e ricorsi storici quella della Hopper, che contribuisce ancora di più a scolpire il suo nome nella storia dell’informatica.

Post your comments here

Your email address will not be published. Required fields are marked *